PRANZI IN FAMIGLIA: un toccasana per bambini e adolescenti

Leggi le ultime novità dalla letteratura scientifica

I pranzi in famiglia possono essere un momento routinario oppure una occasione gioiosa o anche occasione di batti-becchi o litigi. Comunque rappresentano una occasione spontanea per esprimere sentimenti, per raccontare di sé, di figli e genitori, che aiuta a conoscersi meglio e a farsi sentire meno soli nel mondo. Di fatto la consuetudine del pranzo in famiglia si è dimostrato in div...ersi studi un fattore protettivo della salute mentale dell’adolescente, efficace nella prevenzione di comportamenti a rischio e di uso di droghe.
Non era stato scritto nulla fino ad ora sull’utilità di questa bella routine familiare nel prevenire i disturbi mentali e di comportamento che possono conseguire a situazioni specifiche cui possono andare incontro bambini e adolescenti come ad esempio il bullismo e in particolare il cyber bullismo, una vera (e sommersa) tragedia del nostro tempo. Uno studio su 18.834 studenti della scuola media e superiore (12-18 anni) ci conferma innanzitutto l’elevata incidenza del fenomeno (ne sono vittime in maniera più o meno grave il 19% dei ragazzi, uno su cinque!). Lo stesso studio conferma anche quanto si sapeva: una relazione lineare, dose-effetto, tra l’esposizione ad atti di cyber bullismo, i disordini mentali (come la depressione, il disturbo d’ansia, la crisi di panico, l’ideazione suicidaria, l’aggressività)e l’abuso di sostanze. Ma lo stesso lavoro ci dà anche una speranza che qualcosa si possa fare, soprattutto come genitori. In famiglia. I disturbi mentali e l’abuso di sostanze sono significativamente meno frequenti in ragione della frequenza dei pranzi in famiglia. Una constatazione semplice, forse scontata, ma molto significativa e che ci fa sperare che la famiglia (il darsi certezza che ci si vuole bene e della disponibilità ad aiutarsi) possa servire ancora a qualcosa di buono.