PIEDI PIATTI

Leggi le ultime novità dalla letteratura scientifica

La quasi totalità dei bambini nei primi anni di vita ha apparentemente un piede piatto.
Nel 50% scompare a 3 anni, nel 25% a 6 anni, a 10 anni solo pochi bambini presenteranno all’esame podoscopico un piede piatto.
Inutile l’uso di scarpe ortopediche, plantari o esercizi ginnici specifici per modificare ciò che nella maggioranza dei casi avverrà spontaneamente....
Sarà utile consultare il medico nel caso in cui compaiano dolori al piede (talvolta anche alle articolazioni superiori) durante il cammino e soprattutto la corsa, in questi casi il medico potrà suggerire l’impiego di un plantare (non per correggere il difetto) per permettere al bambino di praticare, senza dolore, l’attività sportiva.
Di piede piatto patologico si parlerà dunque: al persistere del difetto intorno ai 10 anni di età, in coloro che nonostante l’uso del plantare continuano a presentare dolore; di solito sono maschi con familiarità per il difetto. Tali soggetti intorno a 12 anni, di solito non prima, potranno usufruire di un intervento chirurgico ortopedico che determinerà la correzione definitiva del problema.
A oggi questo è tutto ciò che c’è da sapere sul problema piede piatto
.